Fantasticando (se D'Annunzio avesse fatto il pastore?)

Fantasticando (se D'Annunzio avesse fatto il pastore?)

di Goliardo Trivellin

Uno stile schietto e coinvolgente, quello di Goliardo Trivellin. Forse un piccolo dono con cui è nato, magari suggerito da un nome di battesimo particolare come il suo; sta di fatto che un pizzico di goliardia è l'ingrediente giusto per dare a questo libro un sapore unico ed irripetibile. Non aspettatevi un testo comico a un trattato satirico: al contrario, tutto ciò che è impresso su queste pagine è importante ed estremamente serio. È lo spirito curioso e sensibile dell'autore che riesce a stemperarlo, rendendolo contemporaneamente acuto, profondo ed interessante. Dall'arte al turismo sessuale, dai dialetti alla fede, dai proverbi alle riflessioni sulla nostra società, una raccolta di considerazioni, aneddoti e pensieri che hanno trovato il loro posto sulla carta per non essere dimenticati dal tempo. D'altra parte, sarebbe stato un vero delitto...